DANTE: LA SECONDA PIANTUMA ALBERI, SALE SUL PALCO A RITIRARE UN PREMIO E IN BIBLIOTECA INCONTRA EINSTEIN E KAFKA

Print Friendly, PDF & Email

Ha vissuto giornate intense la classe II del Plesso Dante, alla scoperta del territorio attraverso diversi percorsi, tutti ampliamenti delle attività che si svolgono a scuola.

La prima tappa è stata al Parco Moretti, giovedì 21 novembre, per vivere con altri amici la “Festa degli alberi”. La gioia è stata grande, non solo per essersi cimentati con il lavoro manuale per pulire il terreno e procedere alla piantumazione degli alberi, ma anche perché si è arricchito il proprio bagaglio lessicale scoprendo il nome di molti alberi grazie a un percorso da fare seguendo le indicazioni di una mappa. Ci si è sentiti un po’ esploratori e un po’ detective, pronti a cogliere ogni indizio per proseguire in modo corretto.

Sabato 23 novembre, in serata, altra tappa emozionate, perché una rappresentanza della classe è arrivata sul palco dell’Auditorium Zanon a ritirare il secondo premio del concorso “L’Amico Carabiniere” organizzato dalla sezione di Udine dell’Associazione nazionale Carabinieri per i suoi 100 anni. Un esponente udinese dell’Arma è stato in aula a spiegare il valore delle regole per vivere bene insieme e ha fatto capire anche quali sono gli atteggiamenti da bulli che i bambini non devono avere. Dopo questo incontro, gli allievi hanno riassunto l’incontro con un breve racconto a fumetti che è valso il secondo gradino del podio.

Infine, per ora, lunedì 29 novembre la classe si è recata in Biblioteca Joppi per “Raggi di luce”, un incontro a tu per tu con lo scienziato Albert Einstein, lo scrittore Franz Kafka e l’artista Joey Cornell. Chiedersi tanti “perché” e provare a rispondere, imparare a scrivere coinvolgenti racconti fantastici e aver cura delle proprie cose fino a farne una bella collezione sono stati i “doni” che la mattinata in Biblioteca ha regalato.

Interessante il viaggio di andata e ritorno lungo le vie cittadine, perché molte persone stavano preparando la città per il Natale, con luci, addobbi e abeti, e gli occhi curiosi della Seconda Dante le hanno tutte monitorate.