Le giornate di continuità tra primaria e secondaria…Un viaggio alla scoperta dei diritti dell’infanzia

Print Friendly, PDF & Email

Le classi qfoto 55uinte delle scuole primarie del nostro Istituto Comprensivo e le classi prime della scuola secondaria Manzoni si sono incontrate nelle giornate del 6, dell’11 e del 18 dicembre per condividere un’esperienza educativa in continuità avente come obiettivo la promozione della conoscenza dei diritti dei bambini e degli adolescenti. I ragazzi si sono avvicinati alla comprensione non solo del concetto di diritto, ma anche dei concetti di dovere e di responsabilità.

La proposta di un lavoro congiunto è nata dall’opportunità per la scuola secondaria di ospitare, dal 5 al 21 dicembre, una mostra promossa dall’Unicef e dal Garante per la Privacy del F.V.G. intitolata “IO, IO, IO E GLI ALTRI: i diritti e i doveri di tutti i bambini”.

Il percorso espositivo ha illustrato il tema dei diritti dei bambini in modo accattivante e innovativo, attraverso l’utilizzo di immagini e testi di accompagnamento. Venti autori hanno lavorato insieme scegliendo ognuno un diritto da illustrare o raccontare, in poesia o in prosa. In preparazione all’accoglimento della mostra, nei primi due mesi di scuola è stata proposta dai docenti coinvolti alle classi prime e quinte un’attività tematica (letture, riflessioni, canzoni, percorsi multimediali), che si è conclusa con la realizzazione di un elaborato grafico e testuale. Ogni classe partecipante alla iniziativa ha realizzato un pannello o un cartellone con tecniche diverse, tra cui il collage, per rappresentare il diritto scelto, che è stato poi illustrato in occasione dell’incontro di continuità.

La mattinata trascorsa insieme è stata un’opportunità di incontro e confronto per gli alunni delle classi ponte che hanno approfondito lo stesso diritto, un momento per conoscere la scuola media per i più giovani e un’occasione per i più grandi di illustrarne il funzionamento e gli spazi.

Sono intervenute anche le referenti territoriali dell’Unicef, Beatrice Savà, Albarosa Massimo e Sandra Romanin, per condividere l’esperienza educativa e presentare il progetto umanitario “School in the box” (vedi link); l’iniziativa, a cui hanno aderito tutte le scuole dell’Istituto Comprensivo, prevede una raccolta fondi finalizzata all’acquisto di materiali didattici per l’allestimento di una classe di 40 alunni in situazioni di emergenza.

Dopo un momento di svago e merenda, gli alunni delle classi quinte hanno assistito alle esibizioni degli studenti dell’indirizzo musicale, seguiti dai loro docenti di strumento.

Le mattinate di continuità hanno certamente promosso lo scambio costruttivo di esperienze e valori, rendendo gli alunni maggiormente consapevoli di come l’esercizio dei propri diritti e libertà debba avvenire sempre nel riconoscimento e nel rispetto dei diritti altrui.